Come aprire un asilo nido

Come aprire un asilo nido

Le istituzioni pubbliche non sempre soddisfano le esigenze delle famiglie, quindi decidere di avviare un asilo nido privato è spesso altrettanto utile perché è un’idea redditizia per le piccole imprese. In realtà, molte coppie, dopo che il loro congedo parentale è finito, non possono facilmente trovare qualità e buoni servizi a cui affidare i loro figli mentre sono al lavoro. Un asilo nido personale può quindi soddisfare queste esigenze, in particolare nelle regioni con un alto tasso di natalità.
Chiaramente è un’attività accettabile per le persone che hanno la tendenza a lavorare con i bambini, un interesse per l’area educativa e un’adeguata formazione professionale. Tuttavia, quali sono i prerequisiti per l’avvio di una scuola materna? E quali misure volete adottare per avere successo con questa azione?

Stabilire il profilo e l’obiettivo dell’asilo

Prima di intraprendere il percorso amministrativo per avviare una scuola materna, dovremo avere pensieri chiari sul tipo di servizio che verrà offerto. È altrettanto importante specificare il mercato di riferimento, cioè i destinatari delle azioni di coaching.
Per cominciare, dobbiamo avere la capacità di essere consapevoli che il titolo di asilo nido è in realtà la scuola materna, un centro educativo che ospita bambini di età compresa tra i 36 mesi.

Per quanto riguarda le forme, potrebbe essere determinato a preparare un micro-nido, una soluzione più compatta per un numero limitato di bambini, circa 15. Altre formule incorporano l’asilo nido, dedicato ai genitori che lavorano all’interno di fabbriche o imprese, e il cosiddetto “centro per l’infanzia”, che unisce in un’unica struttura il sostegno del loro asilo nido.
Un’ultima versione consiste nell’organizzare attività educative all’interno della casa, attraverso la soluzione di questo “Tagesmutter” o nido domestico. Con questo servizio, una mamma (o un gruppo di genitori) si prende cura dei propri figli durante il giorno, suggerendo compiti di formazione.

Farei soldi con un asilo privato?

Gli asili nido privati sono probabilmente redditizi per molte ragioni:

  • rispetto alle strutture delle persone, possono essere adattate più apertamente alle esigenze dei genitori, sia quando si tratta di orari che di azioni. Ciò significa che le persone che gestiscono il supporto possono intercettare e mantenere quelle famiglie che per una serie di motivi non possono ottenere asili pubblici o non sono contente dei loro fornitori;
  • gli asili personali possono assumere bambini in qualsiasi momento dell’anno, senza dover rispettare le posizioni delle persone;
  • le persone che gestiscono l’asilo nido possono assumere apertamente dipendenti, adottando così un profilo educativo distinto che dipende dall’idea aziendale e dalle capacità del loro personale. Se possiamo costruire una reputazione fantastica fornendo soluzioni migliori rispetto ai fornitori pubblici, i guadagni finanziari saranno sicuramente soddisfacenti;
  • A differenza dei prezzi delle persone che degradano, regolati da aspetti specifici, il vivaio personale può richiedere tasse variabili, che normalmente si basano sullo slot. Rafforzando la cerimonia in orari e orari specifici, ad esempio nel tardo pomeriggio o nel sabato, puoi fare di più a causa dei prezzi speciali.

Aprire un asilo nido privato: quanto costa?

Quando decidi di aprire un’azienda come un vivaio, allora devi naturalmente considerare i prezzi fissi e le spese per iniziare la cerimonia.
Se non si dispone di grandi finanziamenti, si consiglia vivamente di iniziare con la gestione delle piccole distanze, che avrà bisogno di un investimento originale quantificabile circa 20 milioni di euro.

C’è anche la prospettiva di ridurre questo importo affidandosi a un franchising: in questo caso, otterrai tutta l’assistenza dall’azienda madre, ma l’indennità di libertà nella gestione di questo servizio sarà significativamente ridotta. Avere accesso ad alcuni fatti già presenti all’interno del business della formazione permette di limitare i prezzi originali a circa 5 milioni di euro.

La procedura burocratica da seguire per avviare un asilo nido

Le camere di un vivaio devono essere utilizzabili, sicure e attrezzate con i servizi e le finalità essenziali (aria condizionata, illuminazione, acqua).
Vedrai informazioni sugli orari e i giorni di apertura, le dimensioni delle loro ipotesi, la quantità di bambini consentiti in base ai metri quadrati, ecc.

Un’altra misura amministrativa significativa riguarda l’assunzione di dipendenti, che devono mantenere il possesso delle credenziali acquisite in aree psico-pedagogiche. Affidarsi a un contabile fantastico ti permetterà di gestire le modalità per rispettare i contributi previdenziali e i salari destinati al personale.

Il modo di preparare gli esatti spazi di un asilo

Gli spazi per l’infanzia potrebbero dover essere installati con cura, in modo da soddisfare le esigenze dei bambini e creare le condizioni perfette per l’apprendimento e il gioco. Per questa funzione, le camere devono essere luminose e spaziose, anche se gli arredi devono essere adatti ai bambini e ovviamente costantemente puliti e igienizzati.
Dal punto di vista logistico, un asilo nido deve offrire un ingresso con un ricevimento, che deve essere rilassante e accogliente. Un’area può anche essere impegnata nel relax, con cuscini, coperte e materassi.
A lungo, le ipotesi possono essere incorporate insieme a spazi per riunioni del personale e riunioni che coinvolgono insegnanti e genitori.